Asp di Ragusa assume! Uagliò, ogni scarrafone è bello a mamma soja

Mancano gli infermieri, ma l'Asp assume personale amministrativo

Ragusa – Non solo medici. E’ sempre più allarme infermieri. 
Da Vittoria a Modica passando per Ragusa.
I vuoti di organico stanno diventando preoccupanti e sempre più reparti sono in sofferenza.
I numeri delle carenze sono significativi. Mancherebbero all’appello almeno un centinaio di infermieri non tenendo conto del nuovo fabbisogno previsto dalla Missione 6 del Pnrr, che stante alle cifre riferite dal Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche, ne richiederebbe almeno altre 140 persone.

E mentre a Ragusa la Direzione aziendale ne destina 16, stanziando 300 mila euro circa, per sopperire alle sostituzioni del personale assente per legge 104, gli ospedali di Modica e Vittoria sono costretti a ricorrere a prestazioni di lavoro straordinario con le risorse umane disponibili. E se in corsia la mappa dei disagi è variegata e non risparmia nessun ospedale, semaforo verde, invece, per gli amministrativi, all’insegna del melius abundare quam deficere.
In questo caso, l’azienda sanitaria ha, infatti, prorogato fino al 31 dicembre prossimo, a 18 ore settimanali, 54 contratti di amministrativi, il cosiddetto personale reclutato nell’emergenza Covid e che adesso di proroga in proroga vorrebbe accompagnare alla stabilizzazione, entrando così nella pubblica amministrazione senza avere espletato nessun concorso e con il merito di avere inviato la pec giusta nel momento giusto.
La spesa a carico dell’azienda sfiora i 2 milioni di euro.

Altra notizia che Ragusanews è in grado di anticipare è l’avvio del processo di stabilizzazione del personale non dirigenziale precario.
Una fetta importante della torta delle assunzioni in Asp su cui è già scattata la bagarre politica.
Ogni scarrafone è bello a mamma soja
La delibera madre è del 23 maggio scorso avente per oggetto ”Aggiornamento del Piano del fabbisogno del personale per il triennio 2023/2025 e formulazioni Piano delle assunzioni”.
Spuntano i posti oggetto della stabilizzazione del personale precario non dirigenziale che ha prestato servizio durante l’emergenza pandemica. Viene indetto l’avviso pubblico di “ricognizione”. Spuntano, more solito, profili su cui già in passato abbiamo avuto modo di argomentare. Lo specialista nei rapporti con i media, 9 collaboratori amministrativi, 9 amministrativi legali, 22 assistenti amministrativi, 20 operatori socio sanitari, etc. L’allarme del Nursind anticipa come ogni anno i problemi legati alle sostituzioni per il personale sanitario in ferie. Ma la partita di questa anticipo d’estate si gioca sullo scacchiere del manuale Cencelli. Altro che!

Fonte: RagusaNews.com

Leggi l'articolo

Dopo inchiesta Ragusanews, aumenta monte ore infermieri