Rinnovo contratti personale a tempo determinato assunto per emergenza Covid

All’Assessorato alla Salute Regione Sicilia
On. Ruggero Razza

L’ O.S. NurSind ICGS vuole portare all’attenzione e sollecitare la S.V. argomenti importanti e prioritari per la salvaguardia della salute dei cittadini siciliani come ad esempio la proroga del contratto di lavoro per il personale assunto per emergenza Covid in scadenza nei mesi di novembre e dicembre 2021, chiediamo subito il Rinnovo/Proroga dei Contratti.

Breve Premessa:

L’assunzione del personale de quo risulta evidente che abbia avuto un impatto determinante nell’affrontare l’emergenza covid sia ospedaliera che territoriale sotto tutti i punti di vista e abbia evidentemente colmato la carenza cronica di personale nelle Aziende Sanitarie Siciliane.

Terminata la breve premessa, Per spiegare meglio esponiamo, qui di seguito, un semplice ragionamento che ci auguriamo venga valorizzato e preso in considerazione dalla S.V.:

Partiamo da un dato oggettivo di fatto,
risulta, come dicevamo, che tutto il personale sanitario a tempo determinato assunto per emergenza andrà in scadenza di contratto nei mesi novembre e dicembre 2021.

Quindi Evidenziamo, innanzitutto, che considerare detto personale funzionale per tutte le attività assistenziali, emergenziali, territoriali ed ospedaliere, quindi, di contrasto alla diffusione del contagio da covid 19, sia una priorità assoluta, non tralasciando il fondamentale impatto ed apporto che esso abbia sul mantenimento dei LEA.

Al tempo stesso,
registriamo che tutte Aziende Sanitarie siciliane, compreso i Policlinici, continuano, ad tutt’oggi ad attivare e pubblicare bandi, procedure di comando cd altri istituti contrattuali al fine di reclutare personale sanitario di tutte le figure professionali, sia per l’emergenza covid che per il mantenimento dell’offerta sanitaria e appunto, dei LEA.

Con assoluta certezza le Aziende Cercano, ancora, disperatamente infermieri, Oss e personale sanitario in quanto esistono e sono evidenti carenze di organico per innumerevoli motivazioni, tra queste Segnaliamo, le numerose pare siano migliaia richieste aggiuntive di pensionamento del personale sanitario al fine di usufruire della cosiddetta “Quota 100 “.

Quindi le Aziende hanno forte necessità di colmare questi ulteriori vuoti aggiuntivi di organico.

Attualmente Lo stato dell’arte racconta questa realtà.
Secondo noi, invece, analizzando semplicemente questo breve ragionamento si evince che, La Sanità Siciliana può avere un futuro se essa stessa verrà potenziata e si investirà ancor di più, contestualmente e prioritariamente, sull’aumento delle risorse umane, delle specialità e sulle opere pubbliche che vadano nella direzione della qualità.

Per realizzare questo sarebbe necessario sostituire le cosiddette parole chiavi che limitano questo sviluppo quali: limiti di spesa, riduzione del budget per il personale, ecc…

Con: Investimenti massicci sulla spesa sanitaria e sui budget riguardanti le innumerevoli professionalità e competenze, variazioni Qualitative, ecc…

Ovviamente questi ragionamenti non dimenticano, anzi, tendono ad evidenziare e cercare di inserire meglio il focus sull’ attuale Sistema Sanitario Siciliano cioè l’elemento vero, Le future approvazioni delle dotazioni organiche e gli atti aziendali, ancora in itinere, delle aziende del panorama sanitario siciliano, ovvero, NOI miriamo al loro potenziamento.

Siamo ancora in tempo! Non è una domanda ma una necessità!!!

La strada su questi clementi potrebbe conoscere ostacoli di tipo economico ma chiariamo che Solo investendo su ciò descritto porterebbe il nostro sistema sanitario ad un ulteriore salto di qualità.

Per tale principio, per il raggiungimento di questi obiettivi e per le ragionevoli motivazioni esposte il NurSind/CGS Sicilia,

CHIEDE

Innanzitutto chiediamo all’Assessore e al governo Regionale un segnale forte e da subito:

Autorizzare, immediatamente, le Aziende a prorogare almeno di ANNI UNO RINNOVABILI, fino al 31/12/2022, i contratti di infermieri/Oss e di tutto il personale sanitario in scadenza novembre e dicembre 2021 che per noi rappresenta il garante del Sistema Sanitario Regionale.

Parallelamente Condividere, anche, Regione Sicilia e Governo Nazionale l’ipotesi di disposizioni normative speciali per cui il personale, di cui sopra, a tempo determinato, impegnato dal 2020 per l’emergenza sanitaria, possa trovare formule più durevoli nel tempo.

Gli emendamenti in corso presso il Senato e la Camera dei Deputati vanno in questa direzione.
Noi faremo la nostra parte e ci auguriamo anche il Governo Regionale Siciliano.

Tutto ciò, rinnovo contratti e assunzioni a tempo indeterminato, significherebbe potenziare il sistema sanitario, creare fiducia, stimoli per una maggiore partecipazione e coinvolgimento di tutto l’apparato sanitario regionale migliorando, fine principale, le attività assistenziali erogate.

Siamo pronti a collaborare con il Governo Regionale e L’ Assessorato alla Salute.
Al Tempo stesso stiamo valutando altre iniziative di partecipazione al problema.
Siamo sicuri della vostra attenzione alla nostra richiesta. Cordiali saluti

IL COORDINATORE REGIONALE NurSind/CGS Sicilia
F/to Dott. Calamia Salvatore