Rianimazione di Modica chiusa… per pioggia!!?

Apprendiamo da notizie giornalistiche che la rianimazione del Presidio Ospedaliero di Modica è stata chiusa ed il personale allocato in altri reparti. Sembrerebbe che la chiusura sia stata dettata da una infiltrazione d’acqua proprio all’interno del reparto.

A Dicembre scorso la stessa cosa è successa presso l’RSA di Comiso, che è stata chiusa temporaneamente e riaperta a distanza di un mese dopo aver effettuato i lavori di ripristino della struttura. In questo caso il personale era stato trasferito presso l’RSA di Ragusa.

A settembre scorso anche l’Ospedale “Giovanni Paolo II” aveva avuto dei problemi di “Allagamento “ del Pronto Soccorso e della Rianimazione: anche qui lavori effettuati ed emergenza rientrata.

Il problema delle infiltrazioni d’acqua nei vari presidi ospedalieri ci preoccupa perché oltre ai disagi dei vari pazienti ed utenti, dobbiamo mettere in conto il potenziale rischio e la gestione in sicurezza del lavoro di tutti gli operatori.

Probabilmente questi episodi sono conseguenziali alle abbondanti precipitazioni che negli ultimi tempi si verificano nel nostro territorio. Non per questo però bisogna allentare la tensione e fare un ampio ragionamento sulle reali situazioni strutturali degli ospedali della  provincia.

Rassegna Stampa