Diritti per Tutti: CCIA e turni di lavoro

La presentazione dei turni di lavoro del mese successivo è sempre un momento che viene vissuto dai lavoratori con un patos particolare in quanto in base al prospetto lavorativo il lavoratore successivamente può pianificare ed organizzare la propria vita privata.

Vediamo cosa dice il Contratto Integrativo Aziendale:

Art.39 comma 5 “ Alle Direzioni mediche dei presidi ospedalieri i turni di servizio dovranno pervenire entro il 25 del mese, mentre il relativo consuntivo dovrà pervenire entro il 5 del mese successivo”.

Ciò significa che i turni di lavoro devono essere presentati ai lavoratori entro giorno 25 del mese precedente per permettere che il lavoratore ne prenda atto e possa organizzare la vita extra lavorativa.

Un grande successo del NurSind che si è sempre battuto su  questo argomento e che è riuscito ad ottenerlo e ratificarlo all’interno del CCIA.

Grazie a questa norma siamo riusciti ad evitare che venissero presentati turni di lavoro già a mese iniziato o addirittura in alcune realtà, (dove permetteteci si evidenziava una scarsa attitudine al ruolo svolto da parte di qualche Coordinatore/trice ) la presentazione dei turni settimanalmente.

Ricordiamo che con la sentenza n. 21562 del 3 settembre 2018 la Cassazione  sul tema del diritto del lavoratore a potere organizzare il proprio tempo di vita afferma che “… nei rapporti di lavoro, siano essi a tempo pieno o a tempo parziale, il tempo libero ha una sua specifica importanza …..ne consegue che se è evidentemente consentito al datore di lavoro… organizzare l’attività in turni di servizio, ciò nonostante, questi devono essere portati a conoscenza del lavoratore con un ragionevole anticipo così da consentire loro una programmazione del tempo di vita”.

Fonte: CCIA ASP 7 Ragusa – www.rivistalabor.it

La Segreteria e la RSU
NurSind Ragusa