Contratto Infermieri. Ecco le prime proiezioni degli aumenti in busta paga

Si è svolto oggi, l’incontro tra sindacati e ARAN, per la prosecuzione del tavolo delle trattative relative al rinnovo del contratto comparto sanità.

In apertura, l’ARAN, ha presentato la relazione inerente al trattamento economico, le risorse disponibili per il rinnovo del contratto sono di € 1.690,42 milioni, composto dai finanziamenti appositamente stanziati per il rinnovo del CCNL (pari a € 1.015,57 Mln), dalle ulteriori risorse con cui le leggi di bilancio hanno incrementato le disponibilità del contratto per le ulteriori indennità (specifica per gli infermieri, pari ad € 335 Mln), oltre a quelle per la revisione dell’ordinamento (pari ad € 127,57 Mln) e per il superamento del limite del salario accessorio di cui all’art. 23 comma 2 del d. lgs. 75/2017 (pari ad € 49,28 Mln).

L’aumento salariale quindi sarebbe superiore a 100 euro mensili, ai quali si aggiungono le risorse relative alle indennità, tra cui quella specifica infermieristica, il cui importo si aggira intorno ai 73 euro.

Le cifre, sono frutto di una prima proiezione, e dovranno essere confermate.

“Dal punto di vista economico, ci sono degli incrementi superiori ad altri comparti. E’ anche vero, che dato l’impegno richiesto agli infermieri in questi due anni, la cifra non è esorbitante – evidenzia Andrea Bottega, segretario nazionale NurSind, che continua – Chiediamo che lo stanziamento economico relativo alla revisione dell’ordinamento, venga utilizzato per valorizzazione del ruolo sanitario, che è centrale nel comparto della sanità e di mantenere il sistema degli incarichi con impianto 2018, estendendolo a tutti professionisti dell’area dei professionisti sanitari e dei funzionari”.

Il prossimo incontro è stato fissato per il 10 febbraio.

Fonte:https://www.infermieristicamente.it

La Segreteria e la RSU
NurSind Ragusa