Comunicato NurSind Ragusa: La tela di Penelope

Leggiamo con stupore la nota a firma delle Organizzazioni Sindacali CGIL-CISL-UIL-FSI-FIALS-UGL del 5 Novembre 2021 che ha come oggetto “azzeramento monte ore”.

Nella nota CGIL-CISL-UIL-FSI-FIALS-UGL chiedono al Direttore Generale di posticipare, a dicembre 2022 , l’azzeramento delle ore in eccedenza prodotte dai dipendenti nell’anno 2020.

Ora ci chiediamo:

  • Come mai CGIL-CISL-UIL-FSI-FIALS-UGL hanno redatto ed approvato un contratto integrativo dove all’interno hanno inserito la norma che prevede l’azzeramento delle ore in eccedenza prodotte l’anno precedente di tutti i dipendenti?
  • Come mai questo articolo è stato inserito pur non avendo nessun fondamento legislativo?
  • Si tutelano i lavoratori inserendo una nota del genere in un contratto integrativo che dovrebbe essere migliorativo?
  • Come mai i lavoratori , che hanno prodotto ore in più perché magari sono dovuti rientrare in servizio per carenza di personale, oppure sono rimasti sul posto di lavoro più del dovuto per garantire assistenza in situazioni di emergenza, o , cosa ancora più grave , che hanno prodotto perché lavoravano in area covid e dovevano ogni volta vestirsi e svestirsi per assistere i pazienti COVID positivi, non siano completamente tenuti in considerazione , con questo articolo, da  CGIL-CISL-UIL-FSI-FIALS-UGL!!!

Bene a marzo come NurSind abbiamo spiegato, tramite un video (Canale Youtube NurSind Ragusa), ciò che è sancito nel contratto integrativo aziendale, non firmato dal NurSind perché ritenuto peggiorativo , ma firmato da  CGIL-CISL-UIL-FSI-FIALS-UGL; anche ad aprile abbiamo informato i lavoratori, quando  CGIL-CISL-UIL-FSI-FIALS-UGL chiesero che l’azzeramento delle ore in eccedenza prodotte dal personale , venisse posticipata a Dicembre 2021 anziché che a giugno 2021 .

Ebbene , siamo davanti alla famosa tela di Penelope:  CGIL-CISL-UIL-FSI-FIALS-UGL firmano un contratto peggiorativo inserendo la norma di cui stiamo parlando (ART. 37 COMMA 10) per poi rendersi conto che è stata una vera superficialità chiedendo di posticipare l’applicazione della stessa, per ben due volte e magari elevarsi a paladini della difesa dei diritti, esultando per un possibile posticipo!!!

L’articolo va cassato, come ha sempre sostenuto il NurSind e non posticipato!!!

Il NurSind a tutela e difesa dei diritti degli INFERMERI

La Segreteria
NurSind Ragusa