Cdm approva bonus 200 euro per i lavoratori con reddito fino a 35mila euro

Le novità

«I provvedimenti di oggi valgono 14 miliardi, che si aggiungono ai circa 15,5 miliardi dei precedenti, quindi siamo a un totale di circa 30 miliardi già spesi, ovvero circa 2 punti percentuali del Pil. E vorrei far notare che lo abbiamo fatto senza ricorrere a scostamenti di bilancio». Lo ha detto il premier Mario Draghi illustrando il decreto aiuti approvato in serata dal Cdm. «I provvedimenti di oggi affrontano il caro-vita, l’accelerazione dei prezzi dipende in larghissima misura dai prezzi dell’energia. E questo significa che si tratta di una situazione temporanea che va affrontata con strumenti eccezionali» ha aggiunto il premier.

Con il decreto aiuti infatti  «arriverà un contributo una tantum da 200 euro per dipendenti, lavoratori autonomi e pensionati fino a 35mila euro di reddito». Si tratta di un provvedimento di sostegno ai redditi di 28 milioni di italiani.

Il testo dovrebbe contenere circa 50 articoli. A quanto si apprende, in Cdm ha tenuto banco il dibattito sul possibile intervento ‘una tantum’ rivolto ai salari medio bassi e ai pensionati. Tra le misure confermate nelle bozza entrata in Cdm anche gli aiuti per gli affitti e per i trasporti pubblici. Il bonus bollette, prorogato, diventa retroattivo.

Ecco quando e come ottenerlo.

L’ ha annunciata Draghi, presidente del Consiglio, in conferenza stampa, dopo l’approvazione da parte del Cdm del decreto aiuti, la misura riguardante un bonus da 200 euro per i lavoratori dipendenti,  gli autonomi e per i pensionati, con un reddito fino ai 35 mila euro.

Secondo quanto riporta l’Adnkronos, per i pensionati il bonus da 200 euro contro il caro vita dovrebbe essere erogato a luglio direttamente dall’Inps. Per i lavoratori dipendenti, invece, dovrebbe arrivare direttamente in busta paga: come spiegato da Draghi sarebbero i datori di lavoro ad erogarlo, per poi recuperare la somma al primo pagamento di imposta utile. Anche in questo caso è probabile che il contributo arrivi tra giugno e luglio.

Il Decreto aiuti, di cui si aspetta il testo completo, dovrebbe contenere circa 50 articoli. A quanto si apprende, in Cdm ha tenuto banco il dibattito sul possibile intervento ‘una tantum’ rivolto ai salari medio bassi e ai pensionati. Tra le misure confermate nelle bozza entrata in Cdm anche gli aiuti per gli affitti e per i trasporti pubblici. Il bonus bollette, prorogato, diventa retroattivo.

Fonte: Infermieristicamente.it

La Segreteria e la RSU
NurSind Ragusa