30 giorni di prognosi ad un Infermiere aggredito in pronto soccorso a Vittoria (RG). NurSind: Accelerare istituzione guardiania h24

I Fatti:
Un tossicodipendente di 47 anni si è recato al pronto soccorso dell’ospedale Guzzardi, nei giorni scorsi, inveendo contro gli infermieri in servizio, in evidente stato di alterazione psicofisica. Era stato trattato poche ore prima dal personale presente in turno ed era rimasto nei corridoi infastidendo pazienti e familiari, Nel tentativo di interrompere questo atteggiamento, quattro persone, tra infermieri e personale ausiliario, sono rimaste ferite. Ad avere la peggio, un infermiere, che ha riportato una prognosi di 30 giorni.

“Le ennesime aggressioni di Vittoria e Modica segnalano, se mai ce ne fosse bisogno, l’urgenza di adottare tutte le misure necessarie a garantire la sicurezza del personale sanitario. Chiediamo di accelerare l’iter per l’istituzione di un servizio h24 di guardiania così come era stato assicurato dall’Asp”. Lo afferma Giuseppe Savasta, segretario territoriale del NurSind di Ragusa.

“Esprimiamo solidarietà e vicinanza agli infermieri e al personale vittime degli episodi di cronaca – dice Savasta – il mese scorso avevamo chiesto all’Asp di istituire un servizio di guardiania h24 nei Pte e nei pronto soccorso e l’Asp aveva avviato l’iter per l’affidamento. Rinnoviamo l’apprezzamento per l’azione del management ma invitiamo ad accelerare l’iter perché questi casi sempre più frequenti dimostrano che non c’è più tempo da perdere”.

Fonte: Infermieristicamente.it